Il passaparola è la forma di marketing più efficace. Tuttavia non ha bisogno di una massa critica minima prima che diventi efficace o evidente? Qualche studio fatto su quale dovrebbe essere questo numero? Può essere una percentuale del mercato totale indirizzabile?

Prego rispettosamente di dissentire: penso che il marketing di riferimento sia la forma di marketing più efficace. È anche conveniente, tracciabile, misurabile e scalabile. La musica per le orecchie di un marketer!

Sì, sono di parte perché lavoro per Friendbuy, una piattaforma di riferimento per i clienti, ma considero queste statistiche:

  • Il 65% delle nuove attività proviene da referral
  • I clienti hanno 4 volte più probabilità di acquistare con referral da amici
  • I programmi di referral sono tra le strategie di marketing meno costose
  • I clienti segnalati spendono in media del 13,2% in più rispetto ai clienti normali

Generare il passaparola è un obiettivo un po ‘effimero. Come fai parlare le persone del tuo prodotto? Non puoi. Tutto quello che puoi fare è iniziare le conversazioni e sperare per il meglio.

Il marketing di riferimento, d’altra parte, si appoggia meno su cose immateriali come il “desiderio positivo” e gli “influenzatori” e più sulle tattiche di marketing semplici come la creazione di incentivi e offerte di test A / B.

Quando offri un premio ai clienti per indirizzare i loro amici, non devono necessariamente essere influenzatori o grandi fan del tuo prodotto; condivideranno perché stanno ottenendo qualcosa in cambio per farlo. E anche i loro amici sono incentivati ​​a visitare la tua azienda e a convertirsi.

In altre parole, il marketing di riferimento livella il campo di gioco. Non c’è bisogno di identificare gli influenzatori – il marketing di riferimento trasforma le persone normali in sostenitori del marchio attingendo a questa verità universale – tutti amiamo ottenere qualcosa gratuitamente.

Per ulteriori statistiche sul marketing del passaparola e alcune opinioni sul perché il marketing di riferimento è una strategia ancora migliore, dai un’occhiata al nostro ultimo post sul blog:

41 Statistiche sul passaparola (WOMM)

Consiglio anche di leggere il libro Crossing the Chasm (libro del 1991). È una clinica sul tema del passaparola in quanto si riferisce alla massa critica nel mercato B2B per il targeting di nicchia.

Riepilogo 1 (o 2) frasi:

Se prendo di mira 3 settori diversi e ottengo 1-2 dei primi dieci leader di mercato in ogni segmento, l’impatto del passaparola è limitato, tuttavia, se prendo di mira 1 settore e ottengo 4-5 dai primi dieci leader di mercato in quel particolare segmento il passaparola all’interno di quell’industria è significativamente maggiore. I marchi devono essere in grado di autoreferenziarsi (cioè – sono coca e sono in grado di fare riferimento a pepsi come concorrente) affinché il marketing del passaparola abbia effetti.

VAI per la nicchia! Lavoriamo specificamente con aziende di salute e bellezza e ha fatto meraviglie per noi perché la nostra intera lista di clienti esiste all’interno di 1 settore (quindi altri nel settore si fidano di più di noi).

Il “passaparola” è sicuramente una delle forme più efficaci di marketing grazie al suo fattore di fiducia e affidabilità. Il fatto che sia gratuito lo rende ancora migliore. 🙂
Ma non puoi dipendere totalmente da esso se non hai pianificato. Un metodo migliore è quello di assumere società di PR PR o persone che conoscono la zappa per creare un brusio e quali azioni devono essere intraprese.

Consiglio di leggere “The Tipping Point” di Malcolm Gladwell per una visione d’insieme